CONTRAFFAZIONE

La contraffazione comprende essenzialmente tutte quelle condotte di produzione, offerta o commercializzazione di prodotti o servizi che violano un titolo di proprietà industriale e/o intellettuale: marchi, disegni e modelli, brevetti, modelli di utilità, diritto d’autore, indicazioni geografiche, denominazioni di origine.

E’ previsto dall'art. 473 del Codice penale:

"Chiunque contraffà o altera i marchi o segni distintivi, nazionali o esteri, delle opere dell'ingegno o dei prodotti industriali, ovvero, senza essere concorso nella contraffazione o alterazione, fa uso di tali marchi o segni contraffatti o alterati, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a lire quattro milioni. Alla stessa pena soggiace chi contraffà o altera brevetti, disegni o modelli industriali, nazionali o esteri, ovvero, senza essere concorso nella contraffazione o alterazione, fa uso di tali brevetti, disegni o modelli contraffatti o alterati."

Il titolare o il licenziatario (in esclusiva) del marchio o del brevetto contraffatto è legittimato a proporre un'apposita azione giudiziaria volta ad ottenere la condanna del contraffattore e l'erogazione delle sanzioni previste dalla legge per tale attività illecita.

I rimedi diretti ed immediati atti a neutralizzare i danni che possono derivarne al titolare di una privativa sono le misure cautelari, espressione del principio di effettività della tutela giurisdizionale.

Le misure cautelari sono la descrizione, il sequestro, l'inibitoria, oppure specifici ordini, come ad esempio il ritiro dal mercato dei prodotti.
 
 
 
  Soc. Fittante S. Brevetti & Innovazione S.r.l - Via Michele di Lando, 6 - 50125 Firenze
t. 055 2337710 - f. 055 2306552 -
info@fittantebrevetti.it - P. Iva 06363590487